Palazzo del Gastaldo > I dintorni

Pacchetti offerta

: : Per saperne di più

La cultura Umbra

Assisi

Cuore della Spiritualità Cristiana, Assisi si sviluppa a terrazze sulle pendici del Monte Subasio con una struttura tipicamente medievale.

La città è nota per avere donato i natali a due importanti figure religiose, ancora oggi molto venerate, San Francesco e Santa Chiara, le cui memorie imprimono ad ogni angolo della città un carattere e un fascino straordinario.Sono molti i monumenti e le Chiese che sorgono tra le vie del centro storico di Assisi, che ne narrano il passato ma esprimono anche la profonda spiritualità di questo luogo, meta ogni anno di pellegrinaggi da ogni parte del mondo.

Il centro storico imperniato sulla Basilica di San Francesco e la Basilica di Santa Chiara, racchiude monumenti eccezionali, chiese e costruzioni rilevanti sotto l'aspetto artistico e storico, per gli appassionati di arte e cultura: il Tempio di Minerva, il palazzo "Capitano del popolo" e l'imponente Rocca Maggiore, appena fuori le mura della città, sono solo alcune delle attrazioni da visitare.

Pur essendo il turismo religioso il motore dell’intera economia di Assisi, non manca la tradizione artigianale nella lavorazione del ferro battuto e della ceramica.

Feste e tradizioni

  • Calendimaggio: giovedì, venerdì e sabato della prima settimana di maggio ha luogo la rievocazione di vita medievale e rinascimentale in una sfida fra le due fazioni della città, Parte de Sopra e Parte de Sotto, con rappresentazioni teatrali, con cortei, danze e sbandieratori.
  • Palio di San Rufino: giovedì, venerdì, sabato e domenica dell'ultima settimana di agosto prende vita la rievocazione storica del periodo in cui Assisi fu divisa in terzieri: San Francesco, San Rufino e Dive Mariae. Cortei di sbandieratori e tamburini della Compagnia Balestrieri di Assisi percorrono le vie del paese, sfidandosi l’ultimo giorno a singolar tenzone.

Gubbio

Chiamata anche “Città grigia” per i blocchi di calcare con cui è stata costruita, Gubbio è il centro più antico dell’Umbria. Negli edifici e nelle strade si percepisce il suo conservato aspetto medioevale, a volte ripetitivo ma ugualmente meraviglioso. Dalla Piazza grande, centro della città, passando per monumenti ed edifici storici come il Palazzo dei Consoli e il Palazzo del Capitolo fino al Duomo ed alla Chiesa di Santa Maria dei Servi, potrete conoscere la storia e le leggende di Gubbio. Anche qui come ad Assisi, la figura di San Francesco riveste un ruolo importante nella storia della città, con particolare riferimento all’incontro del Santo con il lupo che si rifugiò nella Chiesa di San Francesco.

Vi segnaliamo alcuni eventi a Gubbio:

  • La Festa dei Ceri, evento folcloristico in onore di Sant’Ubaldo, patrono della città, che si svolge il 15 maggio
  • Il Palio della Balestra, altro evento in onore del Santo patrono, l’ultima domenica di maggio
  • Dal 7 Dicembre al 10 Gennaio il monte Ingino viene interamente illuminato dall’Albero di Natale più grande del mondo

Norcia

Se amate la cultura e la gastronomia, Norcia rappresenta una tappa obbligata per le vostre escursioni. Famosa per aver dato i natali a San Benedetto, primo monaco del cristianesimo e fondatore dell’ordine dei Benedettini, e per la gastronomia, questa bella cittadina saprà offrirvi emozioni e sensazioni coinvolgenti. Da vedere la Basilica dedicata a San Benedetto risalente al XIV secolo, più volte restaurata per i danni dei terremoti che si sono susseguiti nelle epoche successive. Di notevole interesse anche il Duomo, la Castellina (una rocca realizzata dal Vignola) e il Museo Civico Diocesano, le chiese di Sant’ Agostino e di San Giovanni. E tra una visita e l’altra potrete poi gustare i sapori caratteristici che hanno reso famosa Norcia, come i salumi, oltre che al rinomato tartufo e le famose lenticchie, per poi continuare la visita delle opere d’arte racchiuse tra le mura di questa emozionante cittadina. Da segnalare La Mostra Mercato del Tartufo e Prodotti Tipici a febbraio e la Festa di San Benedetto a marzo.

Perugia

Non mancate di visitare Perugia, capoluogo dell’Umbria, città maestosa, antica e nel contempo cosmopolita. Il suo centro storico, ricco di capolavori d’arte e d’architettura, racchiude monumenti storici quali il Palazzo dei Priori, Piazza IV Novembre e la Fontana Maggiore, il quattrocentesco Palazzo dell’Università Vecchia,  la Galleria Nazionale dell’Umbria. All’estremo opposto di Corso Vannucci troverete un famoso giardino belvedere, creato sopra il basamento  della Rocca Paolina, che racchiude una specie di Pompei medievale, da visitare.
Per gli eventi culturali vi segnaliamo il famoso Umbria Jazz, e per la gastronomia l’Eurochocolate.

Spello

Spello è uno dei borghi più belli d’Italia , sospeso su uno sperone del Monte Subasio, e domina una fertile pianura incastonata di ulivi spettacolari, da cui si estrae uno dei più preziosi e caratteristici oli umbri. Un borgo di strade, chiese e palazzi dai ricchi fregi artistici che rivelano il suo passato romanico, medioevale e rinascimentale.

Dalla Porta Consolare si entra nella rete delle viuzze ripide e ritorte che attraversano il paese con un fascino del tutto particolare e si sale fino alla Porta dell’Arce da cui si assapora la magica veduta del Belvedere. Ovunque si avverte il sapore della semplicità, la poesia dei balconi fioriti e delle piccole botteghe di artisti disseminate ovunque. Spello è infatti ricca di laboratori e botteghe artigiane che spaziano dai dipinti ad acquarello, alle sculture in legno e pietra, fino alle lavorazioni in merletto.

A giugno di ogni anno da non perdere la famosa Infiorata di Spello, una manifestazione unica nel

suo genere che si svolge in occasione della processione del Corpus Domini. L’infiorata attira ogni anno moltissimi turisti per ammirare le magnifiche composizioni floreali che adornano le strade dell’intera città.

Un consiglio: arrivate a Spello la vigilia della festa del corpus domini, vedrete le strade letteralmente invase da gruppi di cittadini di ogni età, che per tutta la notte lavorano per realizzare sul fondo stradale spettacolari disegni ornamentali e sacri utilizzando i petali variopinti dei fiori, fino a terminare al mattino un unico tappeto policromo ed profumato : uno spettacolo unico da vedere! E’ la notte più bella di Spello!

Basti pensare che mediamente vengono realizzati dai 60 ai 65 tappeti dai 12 ai 15 metri di lunghezza, con una superficie minima di 15 metri quadrati e non mancano tappeti di grandi dimensioni che raggiungono anche i 35 metri quadrati!

Un'esperienza di altissimo impegno artistico in una sgargiante armonia di colori.

Per saperne di più potete seguire questo link: http://turismo.comune.spello.pg.it

Spoleto

Spoleto è una delle città più antiche e affascinanti dell'Umbria. Già abitata fin dalla preistoria, oggi è patrimonio mondiale dell’Unesco, rinomata in tutto il mondo per il suo celebre Festival dei Due Mondi, una delle più importanti manifestazioni artistiche e musicali in campo internazionale.

Spoleto si inerpica sul colle Sant’Elia, alle falde de Monteluco, dominato dalla trecentesca Rocca Albornoziana, tra i monumenti più interessanti da visitare unitamente al Duomo e la sua piazza, l’Arco di Druso e l’Anfiteatro Romano.

Dopo una lunga passeggiata panoramica intorno alla Rocca, si incontra il Ponte delle Torri, lungo 236 metri ed alto circa 90 , costruito verso la fine del XII secolo, un enorme ponte-acquedotto che con la sua ciclopica grandezza attraversa con dieci gigantesche arcate la valle del Tessino.

A Livello culturale il Teatro Lirico Sperimentale ed il Centro Studi sull’Alto Medioevo fanno di Spoleto uno dei più animati e vivaci centri dell’Umbria.

Un Consiglio: prima di lasciare Spoleto si deve assolutamente mangiare un buon piatto di stringozzi col tartufo nero, oppure gli gnocchi ripieni con ricotta di pecora, per poi degustare la Crescionda, dolce antichissimo tipico dello spoletino.

Todi

Ancor prima di arrivare a Todi se ne può scorgere la sua particolarità, arroccata com’è su di un colle dominante la pianura sottostante in cui scorre il Tevere. Particolarità che poi diventa ancor più tangibile percorrendo le viuzze medievali di questa sorprendente cittadina, che diede fra l’altro i natali a Jacopone da Todi, uno dei primi poeti in lingua volgare. Piazza del Popolo, con la sua forma allungata e valorizzata dai volumi monumentali dei Palazzi Pubblici e dal Duomo, rappresenta sicuramente una tra le realizzazioni comunali più singolari delle terre umbre. Non mancate di ammirare il Palazzo del Capitano, il Palazzo dei Fiori, la Chiesa di San Fortunato e il Tempio della Consolazione, monumento quest’ultimo frutto della spinta artistica e innovatrice dell’epoca rinascimentale.

Umbertide

Collocata nell'alta valle del Tevere e attraversata dallo stesso Tevere e dal torrente Reggia, presenta un caratteristico centro storico circondato ancora dalle mura medioevali nei tratti che costeggiano i corsi d'acqua.

La Rocca medievale, ora adibita a centro espositivo, è uno dei principali monumenti che potrete visitare,  insieme alla Collegiata di S. Maria della Reggia, chiesa con tele del Pomarancio, la gotica chiesa di San Francesco, la chiesa e il museo di Santa Croce con la deposizione di Luca Signorelli e la chiesa di Santa Maria, del 1486, con un affresco del Pinturicchio. E ancora il Teatro dei Riuniti, restaurato con grande cura e passione, e fuori dall’abitato cittadino una serie di castelli medievali tra i quali il castello di Civitella Ranieri merita attenzione per la sua imponenza.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X